Feed RSS

Seitan Fatto in Casa

!!!Attenzione state per leggere una ricetta ad alto contenuto di veganesimo!!!
Se state leggendo questo post probabilmente è perché cercavate una ricetta per il seitan, quindi dovreste essere già belli informati su cosa si tratti. Potrebbe anche essere però che tu stia leggendo perché non avevi mai sentito prima la parola Seitan. Andiamo per ordine quindi: il seitan, questo sconosciuto.
Il seitan è un alimento vegetariano, simile alla carne che viene ottenuto dal glutine. Viene utilizzato da vegetariani o vegani in sostituzione della carne, proprio per il suo alto contenuto proteico. E’ chiaramente non adatto alle persone intolleranti al glutine.
Che siate mangiatori di carne o meno, il seitan costituisce un ottimo alimento se non volete rinunciare al gusto, ma volete dare un po’ di tregua alle vostre arterie e al colesterolo!
Qui vi spiegherò come produrlo in casa partendo dal glutine puro. Potete trovarlo anche già fatto, il prezzo si aggira intorno ai 3.50 euro per 250 grammi di prodotto (almeno a Berlino). E’ possibile ottenere un ottimo seitan anche con una farina di forza come la manitoba o quella di kamut. In questo caso però dovrete lavare via tutto l’amido della farina con uno spreco d’acqua indicibile (si parla di un lavaggio di quasi 30 minuti sotto l’acqua corrente). Inoltre il risultato con la farina di glutine  mi piace molto di più, la resa è più compatta e gommosa e non si spreca nulla. Con 1 kg di manitoba si ottiene quasi la metà del peso di seitan.
Il glutine lo potete trovare nei negozi Bio oppure su internet. Su questo sito lo vendono: http://www.tibiona.it/glutine-di-grano-500g
Cosa importante prima di cominciare la preparazione del seitan è procurarsi un panno di lino bianco, senza ricami o parti colorate. Potete usare anche un vecchio lenzuolo. Il panno servirà per inserire al suo interno l’impasto, in modo da tenerlo bello stretto quando lo bolliremo. E’ quindi importante che non abbia parti colorate, se non volete mangiare un seitan al colorante ehehe. Inoltre prima di utilizzarlo lo sciacquo bene in acqua, in modo da togliere via eventuali residui di sapone. Dal panno ricaverete anche due striscine di stoffa in modo da poter chiudere all’interno del panno l’impasto a mo’ di caramella.
Andiamo alla ricetta:

INGREDIENTI
700 gr di acqua
500 gr circa di glutine puro
50 ml di salsa di soia
pepe
2 cucchiai di passata di pomodoro
spezie tipo ariosto
(Per il brodo)
Una cipolla grande
Una carota
Un pomodoro
50 gr salsa di soia
Un cucchiao di brodo granulare
STRUMENTI:
Una frusta
Un canovaccio pulito
Una pentola grande
PROCEDIMENTO
Prima di tutto prepariamo il brodo. In una grossa pentola d’acqua aggiungiamo: una carota tagliata a pezzettini, una cipolla a cubetti, il pomodoro a cubetti e la salsa di soia e portiamo il tutto a bollore. In una ciotola versiamo i 700 grammi di acqua. Aggiungiamo la salsa di soia, due cucchiai di passata di pomodoro (che servono per dare un po’ di colore all’impasto) e le spezie. Il seitan della foto ha un colore leggermente aranciato perché avevo aggiunto ll’impasto anche la curcuma. Aggiungiamo un po’ alla volta il glutine puro, sbattendolo con una frusta. La quantità di glutine non è fissa di 500, basta aggiungerne finchè si sarà assorbita tutta l’acqua ed avremo ottenuto un composto gommoso. Una volta ottenuto l’impasto, disponete la pagnottella al centro del panno, richiudetelo a mo’ di caramella con le due striscioline di stoffa. Adagiamo a questo punto la caramella nel brodo. Facciamo cuocere per 1 ora e 30 minuti. Dopo la prima ora, sleghiamo il seitan dalla stoffa e facciamolo cuocere per 30 minuti slegato.
A questo punto il seitan è pronto. Potete consumarlo subito o conservarlo in frigo fino ad un paio di giorni in un contenitore a chiusura ermetica con un po’ di brodo. Facciamolo raffreddare prima di affettarlo. Potete cucinarlo in tantissimi modi, alla piastra, stufato, alla marinara etc. Qui vi propongo la ricetta con cui lo cucino io di solito:
RICETTA SEITAN CON FUNGHI
Sminuzziamo una carota e una cipolla e facciamole soffriggere leggermente in padella con un po’ d’olio. Quando si saranno dorati aggiungere i funghi precedentemente puliti. In questo caso io ho usato i pfifferling, che in Italia dovrebbero chiamarsi gallinacci. Nel frattempo tagliamo a dadini il seitan e uniamolo ai funghi. Sfumiamo il tutto con un po’ di vino bianco, saliamo, pepiamo e lasciamo cuocere fino a farlo rosolare leggermente.
001 006 008 012 020

Annunci

Informazioni su Mariarca Guglielmo

Una napoletana atipica a cui piace il freddo e il rumore della pioggia. Con la passione per la cucina, la fotografia, il reiki e tutto ciò che richieda creatività. Resto spesso nel mio mondo, mi sono sempre sentita come in una bolla di vetro, quelle che quando le capovolgi scende giù la neve.

»

  1. ebbrava. un tutorial è sempre utile.
    un bacio da lisbona

    Rispondi
  2. Mi viene sempre uno schifo, proverò la tua versione però!! 🙂

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: