Feed RSS

Stir fried noodles

La ricetta che sto per proporvi non segue proprio i canoni della cucina thai, ho semplicemente fatto dei noodles con quello che preferivo dentro. Non ho aggiunto cose tipo ginger, germogli di soia…etc. Come tipo di pasta ho scelto gli udon che sono quelli più larghi, voi potete tranquillamente sostiturli con quelli più sottili. Come pentola invece ho usato il wok, se non ce l’avete potete sostituirlo con una padella molto grande.

INGREDIENTI

200 gr di udon

1/2 Kg di funghi champigon

1 zucchina

3 cipollotti

100 gr di gamberetti

100 gr di polpa di granchio

Una manciata di anacardi

Olio di soia

Salsa di soia

Sale

PROCEDIMENTO

Tagliamo tutte le verdure. I cipollotti li tagliamo fino alla foglia in diagonale in modo da dare un effetto più carino. Stessa cosa per le zucchine. I funghi li tagliamo a fette abbastanze grosse. Versiamo un po’ di olio nel wok e facciamo friggere prima di tutto i funghi. I funghi infatti lasciano sempre uscire un sacco d’acqua che poi io scolato via. Dopo aver cotto i funghi li lasciamo per qualche secondo nello scolapasta e aggiungiamo ancora un po’ d’olio al nostro wok, versiamo i cipollotti e la lasciamo rosolare un po’.

Aggiungiamo di nuovo i funghi e li lasciamo insaporire nell’erba cipollina. In ultimo alle verdure aggiungiamo le zucchine che dovranno restare croccanti. Nel frattempo cuociamo i noodles. I noodles si cuociono in normale acqua salata, aspettando prima che questa salga a bollore. Il tempo di cottura è molto breve, generalmente dopo pochi minuti i noodles sono già fatti. Scoliamo la pasta e aggiungiamo i gamberetti e il granchio alle verdure che non dovranno cuocere ma solo insaporirsi. Versiamo nel wok i noodles e facciamoli saltare insieme agli altri ingredienti. Aggiungiamo la salsa di soia e continuiamo a far saltare il tutto. Servite con una manciatina di anacardi on the top ed ecco qua un bel piatto di noodles senza andare dal thailandese.

Annunci

Informazioni su Mariarca Guglielmo

Una napoletana atipica a cui piace il freddo e il rumore della pioggia. Con la passione per la cucina, la fotografia, il reiki e tutto ciò che richieda creatività. Resto spesso nel mio mondo, mi sono sempre sentita come in una bolla di vetro, quelle che quando le capovolgi scende giù la neve.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: